Segnali positivi rilevati da svariate fonti, per quanto riguarda la conclusione del passaggio di Arek Milik alla Roma, affare che rispetto a qualche settimana fa, non includerà alcuna contropartita da parte dei giallorossi.

Accordo vicino

Sia la Gazzetta dello Sport, sia la radio ufficiale del Napoli, Kiss Kiss Napoli segnala infatti che le parti si sono avvicinate parecchio nelle ultime ore per quanto riguarda i dettagli dell’affare che appare sempre più probabile, sebbene le due fonti sono presentino cifre differenti: Kiss Kiss parla di un trasferimento per 25 milioni più 5 di bonus, la rosea scrive di 25 milioni complessivi, ossia 20 più 5 di bonus.
In ogni caso i dirigenti della Roma sono in continuo contatto con De Laurentiis e Cristiano Giuntoli, con il patron azzurro che continua la propria quarantena presso la residenza romana: non si segnalano possibili cambi di rotta da ambo le parti e l’ufficialità può arrivare molto presto. Anche SportItalia rivela che la fumata bianca è molto vicina, dato che le società hanno trovato un accordo per 24mln di euro più 4 di bonus, accettando il pagamento dilazionato in 4 anni.

Manca il sì

Quello che effettivamente manca è il parere positivo del calciatore, che ha sempre in testa la Juventus, la prima società italiana ad interessarsi mesi or sono all’attaccante che è già in lista di sbarco da molto tempo per il Napoli. L’esonero di Maurizio Sarri dalla panchina bianconera ha probabilmente influito sulla decisione di Paratici di non sferrare l’assalto finale verso il calciatore, preferendo profili differenti (Suarez, Dzeko ma si è vociferato anche del francese Giroud) che a questo punto, anche per evitare un nuovo braccio di ferro con la società, deciderà di trasferirsi nella Capitale, ipotesi già da diverso tempo concreta da quando Roma e Napoli trattavano il trasferimento su una base di scambio con Cengiz Under, scambio poi non ha avuto seguito per il mancato raggiungimento sull’accordo di valutazione con il giovane attaccante esterno, che resterà probabilmente alla corte di Fonseca, visto il contemporaneo infortunio di Nicolò Zaniolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here