Il Napoli ha vinto ieri sera la sesta Coppa Italia della sua storia. Gli azzurri si sono imposti per 4-2 ai calci di rigore dopo che al 90′ la partita è terminata sul risultato di 0-0. Gara tutto sommato equilibrata nel primo tempo, con la Juve che è partita meglio, sopratutto per qualche errore di troppo in uscita in palleggio del Napoli. Insigne ha colpito il palo su di una punizione dai 25 metri intorno alla metà del primo tempo. Poco dopo Demme ha sfiorato la rete del vantaggio con una percussione in area: il tiro è stato deviato in angolo con una parata bassa di Buffon.

Nella seconda metà del primo tempo, bella uscita di Meret su Ronaldo, ad evitare un goal sicuro. Poi nel recupero proteste della Juve per un contatto Rui-Dybala che è stato giudicato regolare dall’arbitro Doveri, autore di una buona prestazione. Nella ripresa la Juventus ha perso smalto e brillantezza, tirando per l’ultima volta nello specchio di Meret al 64′, con una velleitaria conclusione centrale di Bonucci da oltre 30 metri. A quel punto i cambi del Napoli hanno fatto la differenza: Politano, Milik ed Elmas sono stati i protagonisti delle due occasioni da rete, nel finale di gara, che avrebbero potuto dare la vittoria agli azzurri già nel tempo regolamentare.

I rigori si aprono con la parata di Meret sul tiro di Dybala, poi la rete di Insigne che lascia Buffon impietrito. La Juve sbaglia anche con Danilo, che tira alto sopra la traversa. Poi Politano segna e zittisce la panchina bianconera. Al terzo tentativo la Juve va in rete con Bonucci, cui risponde Maksimovic. Ramsey, entrato nel finale di gara, segna ancora. Ma nel momento in cui Milik si presenta dal dischetto, un goal renderebbe il Napoli irraggiungibile. Il polacco insacca e dà il via ai festeggiamenti della squadra ed in città.

Con la vittoria della sesta Coppa Italia, il Napoli balza al quinto posto nella classifica delle squadre con più vittorie nel torneo, agganciando la Fiorentina. A una coppa di distanza (7) restano Inter e Lazio. Più lontane Roma (9) e Juventus (13). Con la vittoria del torneo la squadra azzurra si assicura la partecipazione alla fase a gironi della prossima Europa League: il Napoli ha sottolineato anche la undicesima qualificazione consecutiva alle competizioni UEFA. Nella serata di ieri José Callejón ha disputato la sua 300ª partita da titolare con la maglia del Napoli in tutte le competizioni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here