Lozano sta diventando un caso sempre più scottante in casa Napoli. L’edizione odierna del Corriere dello Sport riferisce che ieri l’attaccante messicano è stato cacciato dall’allenamento da parte di Mister Gattuso per aver mostrato troppa svogliatezza nell’eseguire gli esercizi assieme ai propri compagni. Come accaduto ad Allan prima della gara di campionato contro il Cagliari, quindi, il messicano è stato allontanato dal terreno di gioco anzitempo e rispedito a casa.

Qualche perplessità su Lozano era emersa già sabato sera da parte di alcuni tifosi, che si sono chiesti come mai Gattuso gli abbia preferito Younes nel momento della necessità del cambio di Insigne. Si è pensato innanzitutto ad una scelta tattica, col tedesco maggiormente propenso a coprire tutta la fascia. Ma quanto accaduto ieri sera getta ulteriori ombre sull’attuale considerazione di Lozano da parte del gruppo e sulla reale capacità del giocatore di calarsi nella realtà partenopea.

Ormai viene difficile parlare di mancato ambientamento, che sicuramente ci sarà stato all’inizio. Dopo il debutto folgorante con goal all’Allianz Stadium contro la Juventus alla seconda giornata, Lozano è sceso in una spirale negativa che lo ha prima allontanato gradualmente dalle scelte di Ancelotti, e poi lo ha visto vedersi escludere in modo pressoché completo da quelle di Gattuso.

E se una certa delusione è comprensibile, meno giustificabile è l’atteggiamento sbagliato in allenamento, cosa che da un ragazzo che percepisce 4 milioni netti l’anno non ci si può proprio aspettare. Eventi del genere non possono far altro che alimentare le voci di come Lozano non sia particolarmente ben visto dai membri storici dello spogliatoio azzurro.

E ora la dirigenza azzurra si trova con una patata bollente in vista del prossimo mercato. Cedendo il giocatore subito si perderebbero i bonus del decreto crescita che hanno consentito una tassazione agevolata, e sarebbe molto complicato non iscrivere una minusvalenza in bilancio. Il prestito – magari agli “amici” del Parma – potrebbe essere la soluzione ideale, ma ci saranno club disposti a sobbarcarsi l’ingaggio importante del messicano? Non si può che esprimere una certa delusione per i risvolti dell’acquisto più oneroso della storia del club.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here