Gennaro Tutino, attaccante di proprietà del Napoli attualmente in prestito all’Empoli, ha rilasciato un’intervista pubblicata sull’edizione odierna del Corriere dello Sport. Il calciatore ha sottolineato l’importanza del fattore mentale, in un momento di eventuale ripresa delle competizioni. E ha ribadito che il suo sogno è quello di arrivare presto a giocare in Serie A, un obiettivo per il quale sta lavorando duramente anche in questo momento di stop, anche grazie all’Empoli, che aveva ritrovato competitività nella seconda fase della stagione. Di seguito le parole di Tutino nella sintesi realizzata dalla redazione di ForzaNapoli.NET per i propri lettori.

L’intervista di Tutino al Corriere dello Sport

“Quello che stiamo vivendo è ovviamente un momento particolare per un calciatore. L’Empoli ci è stato vicino con noi tutti si è messo a completa disposizione. Abbiamo lavorato da casa senza fermarci, credo che tre settimane di allenamento possano essere sufficienti per ritrovare la condizione. Ma sarà fondamentale il fattore mentale, sarà la testa a dover riattivarsi rapidamente.

Ad Empoli lavoro duramente per i miei obiettivi, come per tutti i calciatori il sogno è la Serie A e lavorerò per quello. Ho scelto Empoli perché sapevo che fosse una società di spessore e una squadra di valore, non meritava la classifica che aveva. Mi sono trovato subito bene, a casa, non nascondo che sarei felice di rimanere a Empoli. Marino ci ha dato una grande scossa, stavamo facendo un gran campionato, speriamo di proseguire così”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here