Il kiwano è un frutto di origine africano che si trova sempre più spesso nei mercati etnici o tra i frutti esotici nel nostro paese. Si tratta di un frutto con molte proprietà nutritive e benefiche, ma non conoscendolo bene ci si chiede spesso se faccia davvero così bene alla salute come si dice. Ebbene nei prossimi paragrafi spiegheremo nel dettaglio cosa sia il kiwano e per quale motivo è importante assumerlo con costanza per poter godere appieno dei benefici che questo frutto può apportare alla nostra salute.

Il kiwano: un frutto africano molto particolare

Il kiwano è il frutto di una pianta rampicante africana chiamata Cucumis metuliferus ed appartenente alla famiglia delle cucurbitacee. Il nome del frutto ha una storia piuttosto particolare. Il kiwano fu scoperto negli anni 30’ ed importato in Australia e Nuova Zelanda. Qui nel momento in cui il frutto venne aperto, si resero conto che somigliava ad un kiwi e per tale motivo fu chiamata kiwano. Questo particolare frutto presenta una buccia dura e spinosa di colore giallo-arancio che racchiude una polpa gelatinosa verde lime con molti semi. Il sapore è acquoso con sentori di cetriolo e banana ed ha un retrogusto agrodolce. A dispetto del nome, ha caratteristiche completamente differenti dal kiwi.

Il kiwano è ricco di proprietà benefiche

Il kiwano è un frutto ricco di proprietà nutritive e benefiche. Esso ha un’alta concentrazione di vitamina C e vitamina B6 fondamentali per il benessere del sistema immunitario. Queste vitamine, infatti, lo rendono più forte e pronto nella lotta agli agenti patogeni. Inoltre presenta diversi minerali tra cui potassio, magnesio, fosforo e calcio. Questi minerali supportano il sistema nervoso rallentando l’invecchiamento delle cellule neuronali e supportando la memoria e la capacità di concentrazione.

Dà importanti benefici anche all’apparato muscolo-scheletrico grazie alla presenza del calcio che rende le ossa più forti. Inoltre, il kiwano è energizzante, remineralizzante, antiossidante, antinfiammatorio, ed antiparassitario. Il frutto, poi, ha pochissime calorie per cui è perfetto per tutti coloro che combattono contro i chili di troppo. Insomma, si tratta di un frutto davvero benefico e praticamente senza controindicazioni a parte il fatto di dover stare attenti quando lo si apre per evitare di pungersi con gli spuntoni della buccia.

Del Kiwano si mangia tutto, anche la buccia

Il kiwano è un frutto di cui non si butta via niente, infatti, si mangia anche la buccia. I popoli africani tendono a cucinare il frutto intero arrostendolo o bollendolo. Tuttavia si può mangiare anche fresco. Bisognerà stare soltanto attenti a non farsi male con la buccia quando lo si apre. La polpa oltre ad essere mangiata da sola, può essere aggiunta a yogurt o ad insalate, ma anche a creme o macedonie. Lo si può condire con sale o zucchero e un po’ di succo di limone per esaltarne il sapore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here