Il Napoli si è mosso nelle scorse settimane per il rinnovo di Gennaro Gattuso. Forse convinto dalla prestazione degli azzurri nell’andata degli ottavi di Champions contro il Barcelona, Aurelio De Laurentiis ha incontrato l’allenatore del Napoli lo scorso 6 Marzo. Stando a quanto rivelato dall’edizione odierna di TuttoSport, in quella data sarebbero state gettate le basi per un accordo a lungo termine con l’allenatore arrivato all’ombra del Vesuvio nello scorso dicembre.

Gattuso ha firmato un contratto di un anno e mezzo con doppia clausola. E cioè una a favore del tecnico e l’altra della società. Da esercitare entrambe entro il termine della stagione in corso. Poi la sospensione del campionato a causa dell’emergenza coronavirus. Risultati e partite che avrebbero potuto determinare in un senso o nell’altro il futuro tecnico del club e del suo allenatore sono tutti rinviati a data da destinarsi. Serve quindi un’operazione basata sulle sensazioni e sulla fiducia. E Gattuso, almeno dal punto di vista della gestione dello spogliatoio e della “ripresa”, dopo la crisi con Ancelotti, sembra essersi messo sulla buona strada.

Accordo sulla base di un triennale

D’altra parte De Laurentiis è avvezzo ai rapporti di lunga durata, specialmente in panchina. O almeno, al desiderio di vedere progetti tecnici lunghi che diano stabilità in gestione e nei risultati. Le parti – sempre secondo il quotidiano sportivo torinese – avrebbero raggiunto un accordo di massima sulla durata dell’impegno: il 2023. Mancherebbe invece l’accordo sulla parte economica, forse neanche messa in discussione.

Le richieste del Mister

Le indiscrezioni, infine, parlano di richieste tecniche precise da parte del mister alla dirigenza azzurra. Un centravanti concreto in zona goal, un terzino sinistro per sostituire Ghoulam, un centrocampista giovane e di talento. Infine: un difensore centrale di massimo livello nel caso in cui Maksimovic o Koulibaly dovessero lasciare Napoli, e un portiere esperto e bravo coi piedi, qualora venissero ceduti Meret o Karnezis, per i quali Gattuso sembra non stravedere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here