Il cioccolato fondente magari potrà piacere di meno come gusto, rispetto al cioccolato al latte, ma è più pregiato, più nutriente e meno dannoso. Come ogni prodotto alimentare, anche il cioccolato fondente cambia da marca a marca, da tipologia a tipologia e i suoi effetti variano in base all’individuo che lo assume. Il parere di un nutrizionista o semplicemente del medico di fiducia è sempre consigliabile. Il cioccolato fondente comunque ha diversi effetti benefici sul nostro organismo.

Cosa è il cioccolato fondente

Si chiama cioccolato fondente quello composto da almeno il 45% dal cacao. Come gusto è nettamente più amaro del cioccolato al latte o del cioccolato bianco. Il cioccolato fondente sembra sia capace di prevenire e sedare una serie di disturbi e patologie molto diffuse. È un alimento molto energizzante che sembra riesca a dare anche buonumore. Chi mangia cioccolato fondente, in base a studi scientifici e teorie di ricercatori che hanno fatto esperimenti su campioni di persone, il cioccolato fondente sarebbe in grado di prevenire la depressione, l’ipertensione e alcune patologie cardiovascolari. Inoltre sembra che il cioccolato fondente curi i disturbi del sonno, come l’insonnia.

Un alimento altamente nutritivo

Dal punto di vista dietetico il cioccolato fondente è più indicato sia di quello al latte che di quello bianco. Più o meno, sempre come dicevamo, in base al tipo di cioccolato scelto, quello fondente ha circa 502 kcal, quello al latte 543 kcal e il bianco 570 kcal.
Meno calorico e quindi meno nocivo, il cioccolato fondente è in grado di proteggere l’organismo dalle cosiddette malattie cardiometaboliche, come il diabete e sembra sia in grado di prevenire infarti. Il cioccolato fondente, in definitiva, ha meno zuccheri e meno grassi saturi. Questo dipende dal fatto che viene prodotto in gran parte con pasta di cacao e burro di cacao.

Meglio il cioccolato fondente di quello bianco o al latte, ecco perché!

Basti pensare che il cioccolato al latte, contiene mediamente il 25% di grassi in più rispetto a quello fondente. Inoltre, per esempio, il cioccolato bianco non contiene cacao e quindi non contiene le proprietà benefiche del cacao. Proprio le sostanze contenute nel cacao, dovrebbero fare protendere verso il consumo di cioccolato fondente. È proprio il caso che ha effetti benefici sull’apparato cardiovascolare, sul cuore, sulle arterie e sull’umore. Non vanno dimenticate le note proprietà afrodisiache e stimolanti.

Infine, il cioccolato fondente pare abbia notevoli funzioni antiossidanti. Questo è molto importante perché grazie a queste qualità, il cioccolato fondente, soprattutto quello fatto col 70% di cacao, come suggeriscono molte ricerche scientifiche, può essere un valido aiuto all’invecchiamento delle cellule. Occorre prestare attenzione quindi a quale cioccolato mangiare e soprattutto, il parere medico è consigliato in soggetti con particolari patologie che potrebbero screditare tutto ciò che è stato detto finora.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here