Iniziano a profilarsi alcuni scenari di calciomercato per il Napoli. Uno di questi riguarda Arek Milik. L’attaccante polacco, arrivato quattro stagioni fa in azzurro, è tra quei calciatori che hanno in scadenza il contratto nel 2021. Servirà quindi trovare un accordo per il suo rinnovo, oppure la società potrebbe essere quasi costretta a cederlo nella prossima estate per non perderlo a zero nella successiva. Sono diversi i calciatori in questa situazione: Zielinski e Maksimovic, per esempio. Ma mentre per questi due le trattative sembrano essere a buon punto, per Milik l’accordo pare ancora molto lontano.

Il giocatore avrebbe infatti chiesto 5 milioni di Euro l’anno e una clausola rescissoria importante, mentre il Napoli non sembrerebbe intenzionato ad andare oltre i 4 milioni di Euro l’anno, mentre sarebbe disponibile a trattare sulla clausola. Ma la proposta della società azzurra è stata rimandata al mittente dall’entourage, e non si profila un esito positivo al momento. Come ricorda anche l’edizione odierna del Corriere dello Sport, è altamente improbabile che un attaccante del suo livello voglia attraversare una stagione intera aspettando che scada il suo contratto. Se il rinnovo – come pare oggi – non ci sarà, allora bisognerà verificare le offerte per il suo cartellino e sperare non siano troppo basse.  Perché De Laurentiis, di certo, non lo svenderà.

E la soluzione per mettere in rosa una nuova prima punta di livello sarebbe già in agenda. Il nome è quello di Andrea Belotti. La punta del Torino, che dovrebbe giocare i prossimi Europei di Calcio con la Nazionale Italiana (ma ad oggi è impossibile dire se si disputeranno, causa crisi internazionale per la diffusione dei contagi da coronavirus), sarebbe il primo nome in agenda per la dirigenza azzurra. Che, lo ricordiamo, ha già bloccato per la prossima stagione Andrea Petagna, il centravanti della SPAL. Una “virata” su attaccanti italiani, dalle caratteristiche simili ma non identiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here