Giordano, medico e ricercatore, torna a visitare il Napoli: “Approccio perfetto al Covid19”

0
761

Antonio Giordano, medico, oncologo e ricercatore, ha fatto oggi visita al Napoli al centro tecnico di Castel Volturno. La società azzurra ha reso pubblica la sua visita con un post sui propri social network.

Il dottor Antonio Giordano è membro dello Sbarro Health Research Organization di Filadelfia, negli Stati Uniti d’America. E ha portato avanti per diversi anni, in collaborazione con il Napoli un progetto di ricerca sulla prevenzione degli infortuni attraverso lo studio del DNA. La sua visita, quindi, non è da considerarsi esclusivamente dedicata all’approccio all’emergenza coronavirus, così come sembra emergere dall’intervista rilasciata a Radio Punto Nuovo. La redazione di ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione radiofonica con in onda su Radio Punto Nuovo lo ha infatti contattato per parlare principalmente di questo. Di seguito le sue parole sintetizzate dalla nostra redazione per i lettori di ForzaNapoli.

“L’approccio del Napoli al Coronavirus è stato sin dal primo momento – quando era un semplice brusio – estremamente perfetto. Le misure sono quelle da seguire in situazioni anche non di emergenza, ma chiaramente c’è una maggiore intensità nell’osservarle. Purtroppo non è un virus conosciuto, quindi non ha nella popolazione creato una base di difese immunitarie. Considerando questa paura mondiale, in cui l’Italia ha giocato un ruolo fondamentale, in realtà tutto è successo e sfuggito dalle mani proprio perché si è esagerato perdendo la lucidità.

Negli Stati Uniti ci sono misure, ma non si è creata una psicosi così condizionante sulla vita di ognuno di loro. Cerchiamo di seguire le misure ed applicarle anche in altri momenti, avere una maggiore disciplina su quella che è la prevenzione che tutti noi dobbiamo seguire. Non dimentichiamo che con i primi caldi sicuramente ci sarà una diminuzione del virus, augurandoci che possa scomparire. Non dimentichiamo SARS e Mucca Pazza, quando sembrava che l’Italia fosse l’unico Paese colpito.

Italia più colpita? Sostengo che l’Italia sia un Paese di 67 milioni di cittadini, l’America di 350 milioni: l’Italia è un porto per tante razze, ma anche l’America è altamente esposta. Lì il Paese non si è fermato in maniera così drammatica come il nostro, come fossimo il popolo maggiormente colpito al mondo. Non riusciamo a mettere insieme monitoraggi sui tumori, figuriamoci un’epidemia così. C’è bisogno di razionalità e sangue freddo nell’analizzare la vera situazione del problema Coronavirus.

Porte chiuse? Vedrò Aurelio questa sera o domani e immaginiamoci se il problema fosse a Napoli e dovevamo andare a giocare a Milano, cosa sarebbe successo? Questa pausa permetterà a Gattuso di plasmare meglio quel rinascimento creato negli ultimi mesi. Gattuso? Il Napoli, non essendo Barcellona o Real Madrid, deve avere un tipo di pressione per cui Gattuso è perfetto. De Laurentiis sta bene, se non parla vuol dire che è sereno e tranquillo. Ha troppe vite”.

Foto: SSC Napoli

Migliori Bonus Scommesse


Sito Web Promozione Attiva Info
Super Bonus di Benvenuto - Ottieni fino a 1000 euro di bonus sui primi tre depositi effettuati
Bonus di Benvenuto - Ottieni subito 10 euro di bonus al primo deposito
Bonus di Benvenuto fino a 350 euro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here