Alex Meret in pochi mesi è passato da predestinato a panchinaro nel Napoli con l’avvento di Gattuso in panchina, il quale gli preferisce Ospina per la sua bravura nel gioco di piede (non è certo Reina).

Questa improvvisa bocciatura del giovane portiere friulano che tranne qualche indecisione dovuta forse proprio alla mancanza di serenità, in più occasioni si è reso protagonista di prestazioni eccellenti.

Ormai le gerarchie sono chiare, Ospina è il titolare e Meret la sua riserva, circostanze che hanno portato il portiere italiano a porsi delle domande sul suo futuro, infatti con la situazione attuale è quasi certa la sua esclusione dai prossimi Europei, perchè non giocando non può di certo insidiare i vari Sirigu, Gollini e da un pò anche Perin e Cragno.

E’ proprio giusto lasciare in panchina un portiere dal sicuro affidamento e dagli ampi margini di miglioramento solo perchè non perfetto nel giocare con i piedi?

Il portiere deve avere una qualità unica e cioè quella di saper parare, poi se tocca bene la palla con i piedi tanto di guadagnato, ma non può essere questo il motivo per non schierarlo.

Gattuso fino ad oggi ha dato tantissimo ad un Napoli che era allo sbando, e forse quella di Meret è l’unica pecca che gli va imputata, anche perchè Ospina non appare essere proprio un fenomeno con i piedi (vedi gol di Immobile), ne tantomeno ha quei lanci che diventano assist che riusciva a sfornare Reina. Allora perchè non puntare di nuovo con decisione su Meret, il quale può assicurare al Napoli 20 anni di carriera?

Il tecnico avrà le sue ragioni ma in questo caso si sta demolendo un investimento societario ed il morale di un ragazzo, che inizia a riflettere su un eventuale futuro lontano dalla maglia azzurra.

Vogliamo farci scappare un altro campione come già successo in passato? Speriamo e ci auguriamo che ciò non accada e che le gerarchie cambino il prima possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here